London Super Comic Convention 2013… kick off!

Contiua il sodalizio tra DOUbLE SHOt e la LONDON SUPER COMIC CONVENTION. Il 23 e il 24 febbraio nell’immenso spazio Excel Centre di Londra si terrà la seconda edizione della fiera dei comics londinese, che anche quest’anno ospiterà moltissimi grandi nomi del fumetto. DOUbLE SHOt sarà lì per raccontarvi in esclusiva l’evento internazionale e soprattutto per dare voce ai magnifici autori presenti, tra i quali figurano anche molti italiani a cui ovviamente riserveremo un’attenzione particolare dedicando loro uno “speciale nello speciale”.

A presentarci le novità e le sorprese dell’edizione di quest’anno sarà direttamente George uno degli organizzatori della LSCC 2013, in esclusiva per DOUbLE SHOt:

Ciao George, grazie innanzitutto per la disponibilità. Lascio subito a te introdurre la convention di quest’anno.
È un piacere parlare della convention con te, Filippo.

La reazione positiva dei partecipanti inglesi ed europei, così come dei professionisti del fumetto (in particolare degli autori ed editori americani) ci ha consentito di ampliare l’evento. Quest’anno infatti avremo ben 70 ospiti di spicco e circa 75 autori (tra cui anche indipendenti) nella Artist Alley,  moltissime importanti case editrici americane per la prima volta negli UK (come Top Cow, Zenescope e Arcana), ed oltre 250 stand di merchandising in cui sarà possibile trovare vecchi e nuovi numeri di fumetti e graphic novel, toys e accessori.

Quali sono gli elementi di continuità e quelli di novità rispetto ad altre manifestazioni dedicate ai comics che si svolgono in UK?
In  linea con le altre convention in UK, anche noi presenteremo una folta schiera di autori (tra cui Brian Bolland), small press ed editori inglesi (2000AD, Markosia). Ciò che ci differenzia è il nostro impegno nel garantire una maggiore e importante presenza anche di autori stranieri.

Tra le star statunitensi annoveriamo il leggendario Neal Adams, J, Scott Campbell, Lee Bermejo, Mike Choi, David Finch, David Hine, Klaus Janson, Bob Layton, David Mack, Kevin Maguire, Ron Marz, Bob McLeod, George Perez, Tim Seeley, Bill Sienkiewicz, Dan Slott, Roy Thomas, Herb Trimpe e JK Woodward.

Nel contingente europeo troviamo molti italiani per la prima volta in UK, Mahmud Asrar, Yidiray Cinar, Esad Ribic, Carlos Ezquerra.

Inoltre saranno presenti case editrici (Top Cow, Zenescope e Arcana) e dealer americani che mai prima d’ora avevano preso parte a una convention inglese (Metropolis Comics, High Grade Comics, Harley Yee, Terry’s Comics, Heritage Comics, Gary Dolgoff comics and Midtown Comics). Una opportunità che consentirà ai collezionisti di scovare numeri non facilmente reperibili in Europa.

Negli anni ’80 è partita quella che è stata chiamata “l’invasione britannica”, con autori come Alan Moore, Grant Morrison, Neil Gaiman, ecc… che hanno rivoluzionato il mondo dei fumetti. Che fermento c’è ora in UK?
L’invasione britannica continua. Oggi la facilità di comunicazione rende molto più agevole il contatto tra autori inglesi ed europei ed editori statunitensi. Basta guardare ai nostri ospiti per capire  come sia diversa la geografia adesso (UK, Italia, Austria, Croazia, Grecia, Turchia, ecc…). Alla LSCC di quest’anno sarà possibile incontrare alcuni dei fantastici talenti inglesi: Brian Bolland, Doug Braithwaite, Mark Buckingham, Mike Carey, Ian Churchill, Neil Edwards, Kieron Gillen, David Lloyd, John McCrea, Jamie McKelvie, Adi Granov and Frazer Irving.

Da italiano sono  felicissimo della massiccia presenza di nostri compatrioti tra gli ospiti. Si può dire che sia l’edizione più tricolore? (Ridendo)
Verissimo (ridendo). Non solo abbiamo sei ospiti d’onore (Bianchi, Dell’Otto, Lupacchino, Scalera, Santucci, Turini) ma il numero salirà in doppia cifra considerando i molti disegnatori italiani che arriveranno alla LSCC semplicemente per gustarsi l’atmosfera.

Tra le case editrici presente sin dall’anno scorso c’è sempre uno spazio dedicato alle etichette “indy press” e autori esordienti. Vostra precisa scelta editoriale?
Abbiamo sempre pensato che il nostro evento non debba solo offrire l’opportunità di incontrare le star ma anche di capire quanto ampio e diversificato sia il mondo dei comics. Per riuscirci abbiamo bisogno di una forte presenza di small press, così come di idee innovative e future celebrità che cominciano proprio come indipendenti. Questa è anche la ragione per cui abbiamo sempre incoraggiato tutti i nostri editori maggiori a esaminare i vari portfolio durante la convention.

Io credo che uno degli ingredienti migliori della LSCC sia la possibilità del contatto tra i tantissimi autori ospiti – una lista veramente incredibile – e tutti gli appassionati: se ti chiedessi se c’è ancora qualcuno che vorreste riuscire a portare a Londra cosa mi risponderesti?
Davvero troppi da elencare. Ci sono molti autori con cui stavamo prendendo accordi per quest’anno ma molto probabilmente ciò si tradurrà in partecipazione nell’edizione prossima. Avremmo voluto moltissimo che fosse con noi Peter David quest’anno ma delle questioni di salute gli hanno impedito di partecipare. Gli auguriamo di rimettersi presto e speriamo di vederlo nel 2014.

Grazie di tutto George!
Grazie a te, a presto!

Non vi è venuta voglia di venire con noi?

Filippo Conte

(trad. Sara Cipolletti)